Il Progetto

Abiti di Pasta® nasce nel 2005 in occasione della manifestazione “I Primi d’Italia”, da un’idea di Daniele Camaioni Giulia Corradetti, entrambi artisti professionisti, da anni attivi nel panorama artistico nazionale ed internazionale.

Daniele Camaioni, classe 1978 si forma presso l’Istituto d’Arte “O. Licini“ di Ascoli Piceno poi presso la Scuola Internazionale di Comics di Roma. Presentato alla Biennale Giovani di Monza e presente nel Giugiaro Architettura Annual. Il lavoro di Daniele Camaioni è oggetto di esposizioni in prestigiose gallerie e fondazioni nazionali ed internazionali, tra le quali ricordiamo: la Fondazione Merloni, la Galleria de Meerse ad Amsterdam, lo spazio MauMau Barcellona, la Chair and the Maiden Gallery di New York e la Limner Gallery sempre di New York. Nel 2009 il suo lavoro va a illustrare la ristampa del famoso “Il mistero del Raggio Verde“ (1915) di William Le Queux, lo scrittore che ispirò l’autore di James Bond.

Giulia Corradetti nasce nel 1982 ad Ascoli Piceno, ottenuta la maturità artistica si diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Tra le varie mostre collettive e personali ricordiamo: l’esordio presso la Galleria Insieme di Ascoli Piceno con la mostra Cactus affiancata dal maestro messicano Alejandro A. Carreno. La partecipazione nel 2011 alla 54° Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi, la realizzazione per l’Expò Marche Centro d’Arte di un’installazione dal titolo Artificial Nature al Pala Riviera di San Benedetto del Tronto, la partecipazione alla mostra Naturacultura, a cura di Gloria Gradassi alla Galleria Marconi di Cupra Marittima. Nel 2010 è stata selezionata per lo SlideLuck PotShow a cura di Casey Kelbaugh e della Fondazione Studio Marangoni alla Casa della Creatività di Firenze e nel 2008 all’Assab One di Milano. Nel 2009 ha esposto alla galleria Arte Fuori Centro di Roma con la mostra personale Funny Shapes.